Itinerari

Tempi brevi (10/15 minuti)

Piccoli villaggi rurali che ancora vivono con quello che la terra gli offre e con il grande impegno di portare al pascolo gli animali, curiosi ed interessanti per chi ha ancora voglia di farsi un viaggio nel passato. Facilmente raggiungibili a piedi (per chi ama camminare), in bicicletta (per i più sportivi), in moto (per i più temerari).

  • Castello di Precicchie: Castello medioevale famoso per il presepe vivente (dal 24 dicembre al 6 gennaio), per il palio dei campanari (ultima settimana di agosto), per la rassegna di cinematografia all’aperto (mese di luglio)

  • Vigne: Nota per la produzione di mieli aromatizzati custoditi in botte

  • Sant’ Elia: Nota per la produzione di salumi recensita da gambero rosso

  • Domo: Nota per la produzione casearia

  • Grotte: Nota per la qualità dell’acqua che sgorga direttamente dalla sorgente

  • Castelletta: Nota per chi ama fare arrampicate su rocce

Tempi medi (20/30 minuti)

Piccoli e pittoreschi paesi abitati da poche persone.
Raggiungibili in bicicletta (per i più sportivi), in moto (per i più temerari), in macchina (per i più comodi).

  • Serra San Quirico: Vecchio borgo medioevale arroccato sopra il fiume Esino che ha tagliato da millenni la calcarea Gola della Rossa. Il centro storico è tra i più belli delle Marche

  • Mergo: Castello medioevale ricco di bellezze naturali e numerosi complessi sportivi

  • Rosora: Panoramico paese medioevale dal quale si può ammirare il caratteristico paesaggio della Vallesina

  • Jesi: In antichità dominio di Federico II , noto centro storico, con l’imponente teatro Pergolesi e ricco di iniziative ludico-culturali

  • Staffolo: Si sviluppa tra il corso del Musone e quello dell’Esino in un intervallarsi di morbide colline e valli percorse da fossi e torrenti

  • Cupramontana: Paese risalente all’epoca romana, oggi nota per i suoi vini, da segnalare il museo internazionale dell’etichetta del vino e l’enoteca comunale

  • Apiro: Nota per il suo Parco acquatico con gli scivoli più lunghi d’Europa e la festa internazionale dei popoli (mese di agosto)

  • Cingoli: Denominata il balcone delle Marche con la grande diga attrezzata nel periodo estivo alla balneazione dei suoi visitatori, ricca di eventi musicali

  • Grotte di Frasassi: Note in tutta Europa per la loro magnificenza

  • Terme di San Vittore di Genga: Famose per le cure termali e chi ama rilassarsi nelle piscine all’aperto di acqua sulfurea

  • Genga: Con il suo castello pieno di storie leggendarie

  • Fabriano: Famoso centro di fabbricazione della carta

  • Eremo di San Silvestro: Nel cuore delle Marche ai piedi dell’appennino, ricco di bellezze naturalistiche e di beni storico-artistici

Tempi medio/lunghi (1 ora/1 ora mezzo)

Raggiungibili in macchina e in moto

  • Camerino: Sede universitaria
  • NEL PARCO NAZIONALE DEI SIBILLINI
    • Lago di Fiastra: Allestito nel periodo estivo per la balneazione dei suoi visitatori
    • Castelluccio di Norcia: Famoso per la fioritura della lenticchia (mese di giugno)
  • Monastero di Fonte Avellana: In estate apre le sue porte a convegni e percorsi spirituali a turisti provenienti da tutta Italia

  • Frontone: Uno dei luoghi più caratteristici delle Marche

  • Acqualagna: Famosa per la Fiera dei Tartufi

  • Urbino: Noto centro universitario nella zona del Montefeltro ricca di storia e tradizione

Dalla parte opposta

Ancona capoluogo delle Marche

  • Riviera del Conero: meravigliosa località lungo la quale si snodano centri balneari quali: Portonovo, Sirolo, Marcelli, Numana mete obbligate per ammirare lo scenario delle Due Sorelle

  • Loreto: nota meta turistica e sede della Santa Casa Di Loreto